Su di me…

Mi chiamo Andrea Zin e il mio percorso, è iniziato al liceo scientifico di Cossato (Biella).

Mi sono innamorato presto della mia scuola e credo di aver dato il meglio di me in tutta una serie di attività che mi hanno permesso di crescere e di acquisire conoscenze che nella mia vita professionale hanno avuto un peso non indifferente.
Ricorrenti nomine come rappresentante di istituto (oggi lo sono come papà) e membro della consulta provinciale degli studenti mi regalarono una visione più ampia sulle problematiche scolastiche, sulle leggi, sui rapporti tra scuola ed istituzioni, sul mondo professionale che gravitava attorno alla scuola.
Grazie alle numerosissime attività extrascolastiche di cui mi feci promotore, imparai veramente molto: nonostante non avessi basi informatiche, ebbi la fortuna di circondarmi di persone veramente molto in gamba che mi aiutarono a creare un giornale d’istituto d’eccellenza e, queste esperienze, mi permisero anche di imparare i primi rudimenti informatici.

Carriera

Terminati gli studi, prima di assolvere il servizio militare, lavorai in Bottega Verde come magazziniere per poi a 21 anni allontanarmi da casa ed andare a convivere.
Servizio militare assolto, grazie al quale potei approfondire l’utilizzo del sistema Windows e di Office, svolsi alcuni lavori manuali in attesa di trovare un’occupazione in quella che già era diventata una passione: l’area informatica. Fui scelto come sistemista junior in Bottega Verde con la quale avevo mantenuto buoni rapporti. Dopo qualche tempo, in seguito alla necessità di affiancare un sistemista senior mi venne affidato l’incarico di coordinare un progetto a stretto contatto con il marketing che si occupava della lettura automatizzata dei moduli d’ordine. Durante questo progetto, frequentai per mio conto alcuni corsi di programmazione e ben presto, riuscii ad automatizzare a tal punto i processi di configurazione da potermi dedicare all’apprendimento di altre tecnologie ed altri linguaggi.
Accettai la sfida di migliorare il mio skill in un’azienda tecnologicamente molto avanzata e nel 2002 iniziai a lavorare a Milano come programmatore. L’azienda si occupava di “Intercettazioni telefoniche” e posso dire con soddisfazione di aver sviluppato uno dei primi sistemi di gestione dei dati telefonici che si servisse di un database centralizzato (Oracle). Da allora imparai i linguaggi e le tecnologie più utilizzati nel business attuale come C, C#, Java, la suite .Net, linguaggi web, php, js, asp, vb, xml, xaml ecc per poi, dopo circa 6 anni, avvicinarmi al mondo del management. Ho svolto per qualche anno il ruolo di project manager che prevedeva la gestione di nuovi progetti informatici, dal coordinamento con i collaboratori alla gestione dei costi, delle scadenze e delle problematiche. Dal 2006 al 2010 mi impegnai anche come sistemista sempre all’interno della stessa azienda e nel 2011 decisi di seguire alcuni corsi per conseguire l’attestato CCNA di Cisco per approfondire la mia conoscenza del network. Sempre nel 2011 venni assunto da un’azienda, in provincia di Biella: il gruppo Fratelli Fila. La fratelli Fila S.p.A ha prodotto il marchio d’abbigliamento Fred Perry tramite la controllata Beta S.p.A e distribuito il marchio GANT per l’Italia, dal 2013 ha poi acquisito la proprietà del marchio Brooksfield e del marchio Valstar per rilanciarli sul mercato italiano ed estero. Da quando entrai a far parte della Fratelli Fila S.p.A. mi cimentai da subito nel rinnovare la parte ICT sia per la componente infrastrutturale che di processo, inoltre vedevo le potenzialità di poter creare un nuovo canale di vendita e-commerce e un’immagine digitale che allora mancava. Come IT Manager, mi dedicai alla ristrutturazione completa del reparto ICT compresa la selezione di altre persone da inserire in organico. Internalizzammo parte delle attività IT strategiche e aggiornammo l’infrastruttura per essere più competitivi. Nel 2013 nacque il progetto OsgoodStore che ci permise di lanciare il nostro primo e-commerce di abbigliamento. Al termine del 2014 creammo una nuova identità digitale per il brand Brooksfield e nel 2015 lanciammo il suo e-commerce dedicato: www.brooksfield.com. Dopo l’acquisizione di Altea a fine 2019, oltre alla supervisione del reparto IT, il mio tempo si divideva tra il coordinamento della struttura digitale della holding e l’attività dei nostri canali di vendita web continuando di fatto la mia missione verso una totale digital transformation. Nel 2020, durante il periodo covid-19, l’azienda era COMPLETAMENTE funzionale da remoto: tutti gli impiegati hanno potuto lavorare da casa e l’azienda non si è mai fermata. Ad oggi, lo smart working in Fratelli Fila S.p.A. è una realtà.
Ad aprile 2021 ho lasciato l’azienda per un nuovo ed entusiasmante progetto di digitalizzazione in un’importante realtà laniera Biellese.

Attuale Lavoro

Come scritto sopra, ad aprile 2021 sono entrato a far parte del gruppo Fratelli Piacenza S.p.A. una tra le più antiche realtà laniere del distretto tessile biellese. Il mio compito, oltre alla direzione del reparto IT e la supervisione del reparto e-Commerce sarà quello di accompagnare l’azienda verso una profonda digitalizzazione che prevede il cambio dei gestionali aziendali attualmente sviluppati con tecnologie diventate negli anni obsolete. Sono entusiasta per questa nuova opportunità e in pochi mesi ho conosciuto una realtà estremamente sfidante e complessa.

Stiamo portando avanti una revisione dei flussi informativi, il passaggio al cloud di diversi servizi IT, nuovi strumenti di condivisione, una nuova connettività e un’impegnativa software selection per il nuovo ERP aziendale.

Non guardo mai l’orologio per uscire alla sera (salvo quando devo fare da tassista per i figli) e in qualsiasi lavoro io faccia, metto sempre la passione e la voglia di fare che mi hanno da sempre distinto.

Famiglia

Ho una casa e un mutuo. Nel 2006 sono diventato padre di Francesco e nel 2009 di Claudia; vivo a Lessona in provincia di Biella.

Hobbies

Ho buone conoscenze finanziare e mi piace informarmi sull’economia ed il vasto universo delle cryptovalute e della blockchain. Amo la buona cucina e il nebbiolo: a Lessona produciamo uno tra i migliori vini al mondo: il Lessona, anche chiamato il vino d’Italia dato che Quintino Sella lo versò per brindare all’unità d’Italia; un vino che nulla ha da invidiare al Barolo, Barbaresco, Gattinara, Boca ecc.

Dopo il ritorno nel biellese ascolto meno radio per minor percorrenza con l’auto, ma tra le mie favorite Radio24 occupa sempre i primi posti. Sono appassionato di informatica, di elettronica e di tecnologia in generale… ma anche di idraulica, di edilizia ecc ecc. Mi piace il giardinaggio, coltivare il mio orto (quando riesco), costruirmi la casa poco a poco, riparare vespe… insomma, amo anche la manualità. Nei weekend mi trasformo solitamente in idraulico, piastrellista, muratore, meccanico a seconda delle esigenze domestiche.

Carattere

Sono pragmatico e puntiglioso: mi piace che il lavoro, anche il più banale sia fatto per durare nel tempo: reputo essenziale la base dei progetti al fine di non trovarmi impreparato nella gestione dei cambiamenti che, prima o dopo, sicuramente, saranno da implementare.

Tutti i team in cui ho avuto il piacere di lavorare, sono diventati ben presto molto affiatati ed estremamente produttivi, mi piace pensare che sia stato anche merito mio.

Credo di essere portato all’insegnamento dati gli ottimi riscontri ricevuti quando insegnavo programmazione e sviluppo web all’Università popolare (UPB) e all’istituto Salesiani, ma senza dubbio, sono portato all’apprendimento. Non smetto mai di imparare, sono estremamente curioso e mi reputo determinato, non arrivista.

Il mio curriculum è principalmente disseminato di capacità informatiche e gestionali ma vi assicuro che me la cavo anche con le piastrelle di casa!

Download CV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.